25 | 11 | 2017

Corsi pulitura 2011

restauro - pulitura dipinti su tela

MATERIALI E METODI PER LA PULITURA DELLE SUPERFICI POLICROME

Corso Di Base

Docenti: Ilaria Saccani - Erminio SignoriniLuisa Landi

La proposta attuale in ambito di pulitura nasce dal consolidato corso di aggiornamento "Materiali e Metodi per la Pulitura di Opere Policrome" proposto dal 1995 e dal CESMAR7 a partire dal 2002. Tale corso è stato proposto ad enti e associazioni varie, scuole e laboratori privati di restauro, toccando tantissime città, italiane ed europee.

L’intento attuale rimane invariato, cercando di fornire gli strumenti teorici e pratici (preparazione di soluzioni e reagenti, corretta applicazione ai manufatti) per comprendere il modo d'azione e le possibili interazioni di metodi acquosi (Addensanti, pH, Tensioattivi, Chelanti) e solventi organici.

A partire da quest’anno tuttavia le modalità di svolgimento di questo corso si amplieranno. Verrà infatti mantenuto il corso tradizionale di 3 giorni (24 ore), se richiesto, con alcune modifiche al programma tradizionale. Saranno però possibili anche altri due tipi di corso.

Il primo prevede 2 giornate (16 ore) dedicate ai metodi acquosi e altre 2 giornate sull’approccio con solventi organici; in tal caso l’aggiornamento diventa più articolato, con maggior spazio dedicato alla parte pratica e applicativa, proprio per permettere una migliore assimilazione delle metodiche svolte.

E’ inoltre possibile richiedere una terza tipologia di corso: un seminario basato sull’approccio teorico-pratico alla pulitura delle superfici policrome, anche in riferimento ad un’etica dell’intervento  (indirizzato anche a storici dell’arte o ad altre professionalità che, pur non essendo restauratori, operano nel campo del restauro).

Preparazione di un resin soap

1. - CORSO di PULITURA di OPERE POLICROME

(24 ore)

1° giorno (8 ore): introduzione sulle finalità della pulitura. L’acqua e la sua particolare chimica: potenzialità, vantaggi e svantaggi.  L’uso di sostanze gelificanti e le loro caratteristiche e limiti d’uso (Eteri di Cellulosa, Carbopol®, Vanzan). Ampliare il potere solvente dell’acqua tramite le “attività” aggiunte ad essa: l’uso di soluzioni tampone, modalità applicative, vantaggi e limiti.
Parte pratica: preparazione di soluzioni tampone e altre soluzioni acquose, gelificate e non. Approccio pratico al surface clearing (pulitura di superficie)

2° giorno (8 ore): ulteriori attività da aggiungere all'acqua:

  • i chelanti (TAC, EDTA trisodico, Tiron®) la loro chimica, caratteristiche applicative, vantaggi/svantaggi.
  • I tensioattivi: classificazione, caratteristiche e modalità d’uso.

Parte pratica: preparazioni di soluzioni acquose con chelanti e tensioattivi, applicazione alle opere in esame.

3° giorno: solventi organici, caratteristiche chimico fisiche e tossicità: un approccio ragionato al loro uso in sicurezza; applicazione di solventi all’opera e loro interazioni; solventi organici neutri: il potere solvente e i Parametri di Solubilità. Il Test di Solubilità. Solventi dipolari aprotici e ionizzanti. Gelificare un solvente:  gli Eteri di Cellulosa e i Solvent gels.
Parte pratica: svolgimento del test di solubilità sulle opere, preparazione e applicazione di solvent gels polari e apolari.

strumentazione e materiali

2a. - CORSO DI PULITURA I

“Un approccio teorico-pratico all’etica della pulitura delle superfici policrome, con approfondimento delle metodiche in ambiente acquoso”
16 ore totali (6 teoria + 10 parte pratica)

L’etica alla base dell’approccio alla pulitura di superfici policrome e le sue implicazioni a livello pratico. Approfondimento sulle caratteristiche dell’ambiente acquoso. Quale uso possiamo farne. Vantaggi e limiti, come si può modificare e adattare alle esigenze specifiche. Struttura e proprietà di vari tipi di materiali gelificanti: Eteri di Cellulosa, altri polisaccaridi, derivati dell’Acido Poliacrilico. Vantaggi e limiti dei vari tipi.

Le “attività” con cui modificare il potere solvente dell’acqua:

  • l’uso di Acidi e Basi in soluzione acquosa, le soluzioni tampone e loro caratteristiche. La concentrazione ionica.
  • Struttura, principali classi e proprietà dei Chelanti. Modo d'azione.
  • Struttura, principali classi e proprietà dei Tensioattivi. Modo d'azione.

Preparazione del test acquoso e delle soluzioni per la pulitura delle superfici.

Applicazioni pratiche alle opere presenti nei corsi.

2b. - CORSO DI PULITURA II

“Tradizione e innovazione: l’uso ragionato dei solventi organici nella pulitura di superfici policrome”
16 ore totali (8 teoria +  8 applicazioni pratiche)

Principali classi di solventi organici, proprietà chimico-fisiche. Approfondimento sulla sicurezza connessa al loro uso e alla tossicologia. L’apporto di solvente all’opera e il suo comportamento: le curve di evaporazione- ritenzione, il leaching. Un approccio ragionato al potere solvente tramite la costruzione dei Paramentri di Solubilità. Il Test di Solubilità: da esso al test di pulitura. La gelificazione dei solventi: vantaggi e caratteristiche. I Solvent Gels di Richard Wolbers: vantaggi, l’importanza della corretta metodica del risciacquo. Il problema dei residui.

Preparazione del test di solubilità e delle formulazioni con solventi organici per la rimozione/assottigliamento di strati filmogeni.

Applicazioni pratiche alle opere presenti nei corsi.

materiali per la pulitura

3. - SEMINARIO sulla PULITURA DI OPERE POLICROME

“Un approccio ragionato alla pulitura di superfici policrome”
(8 ore)

L’approccio ragionato alla pulitura: aspetti teorici, implicazioni pratiche. I metodi acquosi (sostanze gelificanti, soluzioni tampone, chelanti, tensioattivi) e l’approccio “tradizionale” con solventi organici: caratteristiche chimiche e applicative, con particolare approfondimento alla selettività del  metodo (surface cleaning, Test di Solubilità) e alla salute dell’operatore (parametri di tossicità). Come utilizzare in sinergia le due metodiche per una corretta pulitura. La conoscenza dei materiali dell’opera raggiungibile in laboratorio  attraverso osservazioni, semplici analisi e test. Come costruire il progetto di pulitura.

Parte pratica: presentazione di applicazioni  di diverse soluzioni acquose e di solventi su opere in esame.