23 | 01 | 2018

Seminario AQUAZOL 2014

Seminario AQUAZOL

Cari amici, il Cesmar7 organizzerà nella primavera 2014, probabilmente in maggio, un Seminario  sull’AQUAZOL. 

Le modalità e il programma, le date e la sede saranno comunicate appena potremo definirle con precisione in accordo con Richard Wolbers, che ha dichiarato la sua disponibilità a tenere il seminario in quel periodo. 

Sappiamo che Wolbers è stato uno dei primi sostenitori di questo materiale, fin dall’esperienza di studio, caratterizzazione e sperimentazione su manufatti artistici, pubblicate nell’articolo noto del 1994.

Da allora altri studi e sperimentazioni sono stati condotti principalmente negli Stati Uniti.

In Italia una prima sintetica informazione è apparsa nel volume della collana I Talenti Le resine sintetiche usate nel trattamento di opere policrome, curato da L. Borgioli e P. Cremonesi (2005), che riferiva alcuni dati apparsi sui primi studi degli anni novanta. E’ stato, però, nel terzo Congresso Colore e Conservazione sul “Consolidamento” (2006) che questo materiale è comparso significativamente nella realtà italiana, proprio grazie all’intervento dello stesso Wolbers. Uno studio più sistematico, seppur ancora parziale, è stato poi continuato in vista del quarto Congresso (2008), che ha visto la presentazione di una serie di indagini e sperimentazioni su vari consolidanti e adesivi.

Da allora alcuni tipi di Aquazol sono stati reperibili sul nostro mercato e molti restauratori lo hanno utilizzato in varia maniera, per differenti scopi, su diversi supporti, con vari solventi o miscele, anche mescolato con altri polimeri o sostanze naturali o sintetiche. La duttilità del materiale e alcune delle sue caratteristiche sono state e sono tuttora apprezzate da molti restauratori. 

Tuttavia, secondo il Cesmar7, che dell’Aquazol è stato visto come uno dei principali promotori, è utile, anzi indispensabile, fare il punto della situazione sulle esperienze, sulle sperimentazioni e sulle ricerche condotte su questo materiale finora. È’ utile e necessario stabilire un confronto tra restauratori e ricercatori, per meglio precisare le potenzialità e anche i limiti che il materiale presenta, per conoscere i risultati positivi o meno delle sperimentazioni condotte e attraverso quali metodologie e per quali scopi il materiale è stato testato. 

Per questi motivi e per portare al Seminario in forma d’intervento o di poster i propri contributi e la propria esperienza, invitiamo i restauratori cui giungerà questa proposta, con l’invito anche a diffonderla a quanti di loro conoscenza non la ricevessero, a riportare la propria esperienza, rispondendo in forma esplicita al questionario che segue.           

QUESTIONARIO SULL’UTILIZZO DELL’AQUAZOL

  1.        Rapida descrizione dell’esperienza di ricerca o applicativa 
  2.        Tipologia del manufatto (ligneo, tela, carta, altro)
  3.        Fase dell’intervento e finalità proposta (es: consolidamento di strati pittorici o di supporti, adesioni, legante per stucchi o colori, isolante per trattamenti successivi come ad esempio verniciature, etc..)
  4.        Metodo di preparazione, percentuali, eventuali miscele, solventi utilizzati
  5.        Valutazione dei risultati
  6.        Confronti, se eseguiti, con altri materiali
  7.        Nome, Cognome, Professione 

Vi preghiamo di riportare la vostra esperienza facendo riferimento ai punti sopra elencati. 

Il questionario, redatto in formato word, potrà essere inviato tramite e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  indicando nell’oggetto della mail “Questionario Aquazol”, entro il 31/12/2013 

Appena sarà definito con precisione il calendario in preparazione del Seminario, saranno indicate anche le linee guida per l’invio di eventuali interventi o poster, che a loro volta saranno sottoposti a valutazione di un comitato scientifico per l’accettazione.

Grazie per la collaborazione